LA MOSCA NELLA CARNE
di Rita Felicetti

- Studio -

Insieme a PerAspera Pills, ciclo di appuntamenti a cadenza mensile, ideato dal festival transdisciplinare perAspera / drammaturgie possibili, il 3 Marzo 2015 abbiamo ospitato Pill#2:
 

 LA MOSCA NELLA CARNE, 
Dichiarazione degli obblighiverso il genere umano / di Simone Weil,
di e con Rita Felicetti

 

Rita Felicetti, autrice e attrice, sperimenta qui una riflessione che coinvolge il teatro, a partire dall’esperienza di verità di Simone Weil e dà vita ad un monodialogo tra una performer di 36 anni viva nel 2014 e una filosofa attivista morta a 34 anni nel 1943.

Entrambe parlano di realtà estranee al mondo, di desideri, di bisogni, di esseri umani e di essere umani. Una lo fa con urgenza e passione; l’altra con ironia e sarcasmo. La passione di Simone Weil nasceva dalla consapevolezza che l’unica vera prova del fare filosofia era quella di calarsi nella realtà e affrontarla. Questa realtà non è cambiata: ancora oggi bisogna dare un contributo concreto alla lotta culturale, con la ricerca del “rispetto che sempre e comunque è dovuto ad ogni essere umano” .

In Studio#1.
La mosca nella carne, l’arte emerge come bisogno primario. Come mangiare, bere e dormire, perchè "se ogni bisogno è suggerito da un’attenzione comune ad un mondo che c’è fuori di noi, allora è un bisogno perfetto".